top of page
dan-schiumarini-dcL8ESbsGis-unsplash copy.jpg

SICILIA: OCM Vino 2023/2024. Fondo perduto per gli investimenti delle imprese vitivinicole.

La Misura Investimenti prevede il sostegno finanziario, a valere su fondi europei, per investimenti materiali o immateriali in impianti di trasformazione e in infrastrutture vinicole, nonché in strutture e strumenti di commercializzazione, diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa, soprattutto in termini di adeguamento alla domanda del mercato e aumentarne la competitività.


I principali obiettivi operativi che si intendono raggiungere attraverso questa iniziativa sono rivolti a:

- aumentare il valore aggiunto delle produzioni;

- favorire l'innovazione e l'introduzione di tecnologie innovative;

- migliorare i risparmi energetici e l’efficienza energetica globale;

- valorizzare le produzioni di qualità.


Area Geografica: Sicilia


Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 31/10/2023


Dotazione Finanziaria: La dotazione finanziaria campagna 2023/2024 per i progetti finanziabili a livello regionale, è stabilita in € 20.000.000,00, così ripartita:

- 60% per progetti che hanno una spesa ammissibile d’investimento da € 500.001,00 fino ad un massimo di € 1.500.000,00;

- 40% per progetti che hanno una spesa ammissibile d’investimento minimo di € 20.000,00 fino ad un massimo di € 500.000.


Beneficiari: Micro Impresa, Grande Impresa, PMI

L’aiuto è concesso ai soggetti richiedenti che, alla data di presentazione della domanda di aiuto, sono titolari di partita IVA, sono iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio ed hanno costituito nel Sian un “Fascicolo aziendale elettronico” debitamente aggiornato e valido.


Possono accedere all’aiuto, le microimprese, le piccole e medie imprese.

Beneficiano dell’aiuto le imprese la cui attività sia almeno una delle seguenti:


- la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse ottenute, acquistate, o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;


- la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da esse stesse ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;


- l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci, e/o acquistato anche ai fini della sua commercializzazione. Sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno;


- la produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve aziendali da parte di terzi vinificatori qualora la domanda sia rivolta a realizzare ex novo un impianto di trattamento o una infrastruttura vinicola, anche ai fini della commercializzazione.


Le suindicate tipologie di imprese beneficiarie possono concorrere sia in forma singola che in forma associata (cantine sociali).


Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Risparmio energetico/Fonti rinnovabili, Opere edili e impianti, Attrezzature e macchinari

Le imprese, per beneficiare dell’aiuto, devono dimostrare attraverso la presentazione di una dettagliata relazione del piano di investimenti che si intende realizzare, che gli investimenti proposti migliorano il rendimento globale dell’impresa in termini di adeguamento della domanda al mercato, aumentando la competitività, favorendo il miglioramento in termini di risparmi energetici, efficienza globale attraverso interventi di sostenibilità.

L’investimento proposto deve essere strettamente ed esclusivamente correlato all’attività vitivinicola dell’impresa, ovvero deve avere come scopo finale l’aumento della competitività dell’Azienda richiedente nell’ambito esclusivo dei prodotti vitivinicoli.


Operazioni ammesse

1) Realizzazione e/o ammodernamento delle strutture aziendali nonché acquisto di attrezzature per la produzione, trasformazione, imbottigliamento, conservazione e commercializzazione dei prodotti;


2) Punti vendita aziendali ed extra aziendali esclusivamente fissi, purché non ubicati all'interno delle unità produttive di trasformazione;


3)Interventi di efficientamento energetico;


Agevolazione: Contributo a fondo perduto

Progetti con una spesa ammissibile di investimento inferiore a € 20.000,00 saranno ritenuti non finanziabili ed esclusi dalle graduatorie di merito.


Saranno ammessi progetti che hanno una spesa ammissibile d’investimento da € 20.000,00 fino ad un massimo di € 1.500.000,00. Il contributo erogabile disposto è il 50% della spesa effettivamente sostenuta.


Qualora l’investimento sia realizzato da una impresa qualificabile come intermedia, il contributo erogabile disposto è il 25% della spesa effettivamente sostenuta.


Per le imprese classificabili come grande impresa, il contributo massimo erogabile è pari al 19% della effettivamente spesa sostenuta.


Se interessato scrivi a richieste@contributoutile.it oppure chiama il numero verde gratuito 800.600.878.





50 visualizzazioni0 commenti
bottom of page