top of page
dan-schiumarini-dcL8ESbsGis-unsplash copy.jpg

Regione Sicilia. Pubblicato l’avviso “Ripresa Sicilia”.

L’Assessorato Regionale delle Attività Produttive, con l’obiettivo di rafforzare la competitività del sistema imprenditoriale siciliano, stimolare il riposizionamento di settori tradizionali attraverso la concessione di agevolazioni per la realizzazione di investimenti volti a sostenere la crescita e l’innovazione, nonché di agevolare i processi di trasferimento tecnologico, sostenere ricerca e sviluppo e favorire processi di riconversione e riqualificazione di siti produttivi, ha proposto la misura denominata “Ripresa Sicilia”.


Area Geografica: Sicilia.


Scadenza: 27/04/2023.


Dotazione Finanziaria: € 36.000.000,00.


Soggetti beneficiari

Destinatari della misura sono le Piccole e Medie imprese (come definite nell’allegato 1 del Regolamento UE n. 651/2014) aventi sede legale e/o operativa in Sicilia, sia in forma singola (impresa proponente), sia con l’adesione di altre PMI (impresa proponente con imprese aderenti) che hanno la capacità di realizzare un programma di spesa nel territorio della Regione Siciliana. Sono escluse dal novero dei soggetti destinatari le microimprese.


Codici ATECO settori esclusi:

· Sezione A - Agricoltura, silvicoltura e pesca - Tutta la sezione

· Sezione B - Estrazione di minerali da cave e miniere - 05 Estrazione di carbone esclusa torba.

· Sezione C - Attività Manifatturiere - 20.6 Fabbricazione di fibre sintetiche ed artificiali; 24.1 Siderurgia; 30.1 Costruzione di navi e imbarcazioni, fatta eccezione per la costruzione di imbarcazioni sotto i 24 metri, che risulta attività ammissibile.

· Sezione D - Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria condizionata - Tutta la sezione

· Sezione H - Trasporto e magazzinaggio - Tutta la sezione tranne: 52.1 Magazzinaggio e custodia

· Sezione I - Attività di servizi di alloggio e di ristorazione - Tutta la sezione

· Sezione K - Attività finanziarie ed assicurative - Tutta la sezione

· Sezione M - Attività professionali, scientifiche e tecniche - 70.10 Attività delle holding impegnate nelle attività gestionali (holding operative) - 70.22 Consulenza imprenditoriale e altra consulenza amministrativo-gestionale.


Tipologia di interventi ammissibili

Sono agevolabili programmi di spesa da realizzare in unità locali ubicate/da ubicare in Sicilia riguardanti:

- la realizzazione di una nuova unità produttiva;

- l’ampliamento della capacità produttiva di un’unità esistente;

- la diversificazione della produzione di un’unità produttiva esistente per nuovi prodotti (cambio ATECO);

- la ristrutturazione di un’unità produttiva esistente per introdurre innovazioni nel processo di produzione e per migliorare il livello di efficienza, valutabili in termini di riduzione dei costi, aumento della qualità dei prodotti e/o dei processi, eventuale riduzione dell’impatto ambientale e miglioramento della sicurezza sul lavoro.


Non sono agevolabili programmi di spesa costituiti da investimenti di mera sostituzione.

Sono ammissibili programmi di spesa per:

- progetti imprenditoriali integrati con progetti di ricerca e sviluppo a sostegno della valorizzazione economica dell’innovazione e dell’industrializzazione dei risultati della ricerca;

- progetti imprenditoriali per nuove tecnologie o soluzioni innovative nei processi, nei prodotti/servizi e nell’organizzazione.


In dettaglio sono agevolabili i seguenti investimenti materiali ed immateriali:

- costi per opere murarie e ristrutturazione, nonché per l’acquisto di immobili esistenti, nella misura massima del 30% del programma di spesa ammissibile;

- spese per la progettazione e direzione lavori nel limite del 6% delle opere murarie ammissibili;

- spese per acquisto di macchinari, impianti e attrezzature necessari al ciclo produttivo dell’impresa, ivi inclusi i mezzi mobili funzionali al ciclo di produzione, che possono permettere di introdurre innovazioni di processo e/o di prodotto;

- spese per la formazione specialistica del personale, nella misura massima del 20% del programma di spesa ammissibile, necessaria per l’introduzione di macchinari/attrezzature/impianti innovativi/software/soluzioni tecnologiche;

- spese per l’acquisto di software/brevetti/licenze e soluzioni tecnologiche, necessari alle esigenze produttive e gestionali;

- spese per consulenze specialistiche, nella misura massima del 5% del programma di spesa ammissibile;

- costi per programmi di internazionalizzazione, di marketing, e-business (strategie, metodologie e strumenti atti a creare un mercato/incrementare le vendite in Italia e all’estero).



Per gli interventi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, finalizzati a realizzare o migliorare prodotti, processi produttivi o servizi, sono agevolabili e ammissibili le spese per il personale dedicato all’attività di ricerca e sviluppo (nella misura massima del 65%), i software anche per la realizzazione di prototipi o impianti pilota, le spese per materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nei progetti di ricerca e sviluppo.

I costi devono essere rilevati separatamente per le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.


Ai fini dell’ammissibilità:

- i beni devono essere nuovi di fabbrica;

- i beni devono essere ammortizzabili;

- se beni mobili, devono essere utilizzati esclusivamente per l’unità produttiva destinataria del contributo e devono avere una finalità correlata al ciclo di produzione e/o vendita;

- i beni ed i servizi devono essere acquistati a condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con il proponente acquirente.

Le spese sono ammissibili dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di aiuto.

I progetti devono, comunque, concludersi entro 24 mesi dalla data di notifica del provvedimento di concessione al destinatario.


Entità e forma dell'agevolazione

Finanziamento agevolato e Contributo a fondo perduto.


Sono ammissibili programmi di spesa non inferiori a € 400.000,00 e non superiori a € 5.000.000,00.


L’importo del contributo a fondo perduto è pari:

- al 40% della spesa ammissibile per le piccole imprese;

- al 30% della spesa ammissibile per le medie imprese.

La misura delle suddette agevolazioni non può superare il limite massimo del 75% della spesa ammissibile.

Resta in carico all’impresa beneficiaria il cofinanziamento per un importo non inferiore al 25% del programma di spesa ammissibile da immettere tramite apporto di mezzi propri e/o finanziamento bancario ordinario e dunque “in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico”.


Il Finanziamento agevolato ha le sotto indicate caratteristiche:

• la durata massima è pari a 12 anni, ivi compreso il periodo di preammortamento;

• il tasso è agevolato ed è pari a zero;

• il rimborso è in rate semestrali di uguale importo;

• le garanzie (garanzie reali nonché garanzie personali, bancarie e assicurative) a presidio del finanziamento agevolato saranno valutate nel corso della fase istruttoria.


Se interessato scrivi a richieste@contributoutile.it oppure chiama il numero verde gratuito 800.600.878.







94 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page