top of page
dan-schiumarini-dcL8ESbsGis-unsplash copy.jpg

Regione Lazio. BANDO ENERGIA. Fondo perduto per efficienza energetica e fonti rinnovabili.

La Regione Lazio con questo Avviso sostiene la realizzazione da parte delle imprese del Lazio di investimenti per il risparmio energetico e per la produzione di energia da fonti rinnovabili. 


L’Italia e l’Unione Europea hanno da tempo intrapreso un percorso per rendere l’economia più sostenibile per l’ambiente e per il nostro pianeta, ma le perturbazioni del mercato energetico mondiale causate dai conflitti in corso hanno reso impellente risparmiare energia, produrre energia pulita e diversificare l’approvvigionamento energetico.


La capacità delle imprese di essere competitive in presenza di costi dell’energia più elevati che in passato e comunque più variabili, rende urgente che il sistema economico regionale partecipi e assuma un ruolo di leadership nell’accelerato processo di decarbonizzazione dell’economia europea e globale.

 

Area Geografica: Lazio


Scadenza: Sarà possibile presentare domanda a partire dal 16 settembre 2024. Fino ad esaurimento fondi


Dotazione Finanziaria: 40 milioni di euro (con possibilità di rifinanziare la misura, anche ad avviso aperto)

o   Obiettivo Strategico 2 - Europa più verde

o   Obiettivo Specifico 1 Promuovere l’efficienza energetica (20 milioni di euro)

o   Obiettivo Specifico 2 Promuovere le energie rinnovabili (20 milioni di euro)

 

Beneficiari: L’intervento è destinato ad Imprese con sede operativa nel Lazio. L’unità produttiva nella quale si prevede di realizzare l’investimento deve aver registrato complessivamente nell’anno 2023 consumi di energia primaria non inferiori a 60 MWh/anno.

Ogni impresa può presentare un solo progetto, in forma singola.

 

Tipologia di interventi ammissibili

I progetti devono includere necessariamente investimenti per migliorare l’efficienza energetica dei processi produttivi e/o degli edifici, ai quali possono essere affiancati investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Il contributo relativo agli investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, vale a dire da fonte eolica, solare, idraulica, geotermica o marina, non può superare il 50% del contributo totale riconoscibile sull’intero progetto.


Ogni progetto nel suo complesso deve determinare una riduzione di almeno il 30% delle emissioni dirette e indirette di gas a effetto serra rispetto alle emissioni ex ante.

In presenza di investimenti per l’efficienza energetica degli edifici, tali investimenti devono inoltre determinare una riduzione di almeno il 30% dei consumi di energia primaria rispetto ai consumi ex ante.


Sono ammissibili le spese espressamente e strettamente pertinenti al progetto, come risultanti dalla diagnosi energetica ex ante.


Sono inoltre ammesse a contributo le spese sostenute per attività di supporto al progetto:

• le spese per l’ottenimento della certificazione ISO 50001 (eventuale);

• il premio per la fideiussione a garanzia dell’anticipo; e, nel limite del 4% del valore totale del progetto:

• la diagnosi energetica ex ante (a meno che sia obbligatoria per legge), che deve essere sottoscritta da un Esperto di Gestione dell’Energia (EGE);

• la relazione energetica ex post, anch’essa sottoscritta dall’EGE, che deve essere prodotta obbligatoriamente in sede di richiesta di erogazione di saldo.

 

Ogni progetto deve essere di importo non inferiore a euro 150 mila. Non è previsto un tetto massimo al valore del progetto ma il contributo massimo è di 2 milioni di euro.


Entità e forma dell'agevolazione

L’agevolazione è un contributo a fondo perduto.

Il contributo massimo erogabile è pari a 2 milioni di euro; il contributo relativo agli investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili non può superare il 50% del contributo totale spettante.


La tabella che segue riporta i regimi di aiuto e le intensità di aiuto previste.

 

Tipologie di Investimento

Piccole imprese

Medie imprese

Grandi imprese

Investimenti per l’Efficienza Energetica dei Processi Produttivi




ubicati in Zone Assistite

27,5%

22,5%

27,5%

ubicati nelle restanti zone del Lazio

25%

20%

15%

Investimenti per l’Efficienza Energetica negli Edifici




ubicati in Zone Assistite

55%

45%

35%

ubicati nelle restanti zone del Lazio

50%

40%

30%

Investimenti per la Produzione di Energia da Fonte Rinnovabile

 

 

 

investimenti per la produzione di energia da fonte rinnovabile

65%

55%

45%

investimenti per attrezzature di stoccaggio

50%

40%

30%

Spese per attività di supporto al progetto

 

 

 

Diagnosi Energetica ex ante/ relazione energetica ex post / certificazione ISO 50001 / premio fideiussione

90%



 

Se interessato scrivi a richieste@contributoutile.it oppure chiama il numero verde gratuito 800.600.878.


Vuoi scoprire se la tua azienda è idonea ad accedere a Contributi a Fondo Perduto? Compila il sondaggio e scopri se possiamo aiutarti!





 

 

 

466 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page