top of page
dan-schiumarini-dcL8ESbsGis-unsplash copy.jpg

PORFESR Lombardia: finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto per l'internazionalizzazione

Il bando promuove l’internazionalizzazione delle imprese lombarde supportando la realizzazione di programmi strutturati di sviluppo finalizzati ad avviare e/o consolidare il proprio business nei mercati esteri in maniera strutturata e integrata.


Area Geografica: Lombardia


Scadenza: La domanda di partecipazione al bando può essere presentata a partire dal 7 febbraio 2023 (ore 10:30) e fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.


Beneficiari: PMI (Piccole Medie Imprese) che abbiano i seguenti requisiti:


siano regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese con almeno due bilanci depositati (oppure due dichiarazioni fiscali presentate per i soggetti non tenuti al deposito del bilancio) alla data di presentazione della domanda di partecipazione al bando;

abbiano sede operativa in Lombardia al momento della concessione dell’Agevolazione.

Sono esclusi dall’Agevolazione i soggetti che:

a) siano attivi nel settore della fabbricazione, trasformazione e commercializzazione del tabacco e dei prodotti del tabacco;

b) rientrino, a livello di codice primario, nelle sezioni A (Agricoltura, Silvicoltura e Pesca), L (Attività immobiliari) e K (Attività finanziarie ed assicurative) della classificazione delle attività economiche ISTAT ATECO 2007.


Settore: Turismo, Servizi/No Profit, Industria, Cultura, Commercio, Artigianato, Agroindustria/Agroalimentare.


Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Promozione/Export.


I progetti devono afferire alla sede operativa ubicata in Lombardia e possono riguardare:


a) promozione di nuovi servizi e modelli di networking, e-commerce e promozione anche basati sul ricorso alle tecnologie digitali per lo sviluppo e il rafforzamento della propria posizione sul mercato internazionale

b) partecipazioni a manifestazioni fieristiche di livello internazionale che si svolgono in Italia e/o all'estero, anche virtuali

c) servizi per la promozione dell’export (es. consulenza di un Export Business Manager), servizi per la transizione digitale e di promozione dell’impresa sui mercati esteri (comunicazione, advertising, etc.).


Sono ammissibili, a titolo esemplificativo, le spese per la partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e a eventi a queste collegati (ad es. workshop, eventi B2b, seminari, ecc.), l’istituzione temporanea all’estero e/o in Italia (per un periodo di massimo 6 mesi) di show-room / spazi espositivi / vetrine ed esposizioni virtuali per la promozione dei prodotti / brand sui mercati esteri; azioni di comunicazione ed advertising relative al programma integrato, lo sviluppo e/o adeguamento di siti web o l’accesso a piattaforme cross border (B2B/B2C) per consolidare la propria posizione sui mercati esteri anche finalizzati alla vendita on line di prodotti o servizi; le consulenze in relazione al programma integrato, certificazioni estere, formazione, personale (per il dettaglio si rimanda al bando).


Agevolazione: L’agevolazione è concessa fino al 100% delle spese ammissibili di cui:


· 80% sotto forma di finanziamento agevolato

· 20% sotto forma di contributo a fondo perduto

L’agevolazione non potrà superare l’importo complessivo di 350 mila euro.

Il tasso nominale annuo di interesse applicato al finanziamento agevolato è fisso ed è pari allo 0%.

La durata del finanziamento è compresa tra 3 e 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo fino all’erogazione del saldo e in ogni caso non superiore a 24 mesi.

Sono ammissibili i Progetti che prevedano un importo di spese ammissibili non inferiore a Euro 35.000,00.


Dotazione Finanziaria Complessiva di 7.050.000 milioni di euro.



Se interessato scrivi a richieste@contributoutile.it oppure chiama il numero verde gratuito 800.600.878



40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti