top of page
dan-schiumarini-dcL8ESbsGis-unsplash copy.jpg

Piemonte. Finanziamento a fondo perduto e a tasso agevolato per l’efficientamento energetico.

Il Bando promuove l’efficienza energetica, compreso un uso più razionale dell’energia, la riduzione di gas effetto serra e la diffusione delle fonti rinnovabili nelle imprese.


Le agevolazioni messe a Bando offriranno alle imprese la possibilità di ridurre le emissioni di CO2 anche attraverso l’installazione di impianti a fonti rinnovabili per la produzione di energia termica ed elettrica. Le misure determineranno un risparmio in termini di costi dell’energia e di conseguenza anche di maggiore competitività delle imprese sui mercati, in un’ottica di sostenibilità e di lotta ai cambiamenti climatici.


Il bando prevede due azioni distinte:

  • Azione II.2.i.2 - Efficientamento energetico nelle imprese;

  • Azione II.2ii.2 - Promozione dell’utilizzo delle energie rinnovabili nelle imprese.

 

Area Geografica: Piemonte

 

Scadenza: 22/11/2024

 

Dotazione finanziaria: La dotazione finanziaria complessiva ammonta a € 53.637.000,00.

 

Beneficiari: Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di ogni dimensione con sede in Piemonte.

 

Spese finanziate: Sono considerati ammissibili i costi per la realizzazione di interventi suddivisi per azioni:


  • Azione II.2i.2 - EFFICIENTAMENTO ENERGETICO NELLE IMPRESE che prevede 5 linee di intervento: a) impianti di cogenerazione ad alto rendimento qualificati CAR dal GSE; b) interventi di razionalizzazione dei cicli produttivi e utilizzo efficiente dell’energia; c) interventi di efficientamento energetico di edifici delle imprese; d) installazione di sistemi di building automation connessi agli interventi di efficientamento; e) sviluppo di processi innovativi volti al risparmio energetico, compresa l’eventuale ingegnerizzazione di nuove linee di produzione efficienti.


  • Azione II.2ii.2 - PROMOZIONE DELL’UTILIZZO DELLE ENERGIE RINNOVABILI NELLE IMPRESE che prevede cinque Linee di intervento, finalizzate esclusivamente alla copertura del consumo medio annuo dell’energia prodotta: a) impianti di cogenerazione ad alto rendimento, qualificati CAR dal GSE, alimentati a fonti rinnovabili; b) installazione di impianti a fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica attraverso lo sfruttamento dell’energia idraulica e solare fotovoltaica; c) installazione di impianti a fonti rinnovabili per la produzione di energia termica attraverso lo sfruttamento dell’energia dell’ambiente, geotermica, solare termica o da biomassa; d) produzione di idrogeno verde da energia elettrica rinnovabile; e) sistemi di accumulo/stoccaggio dell’energia prodotta di media e piccola taglia.

 

Per ogni Azione, sono ammissibili esclusivamente le voci di spesa elencate di seguito:

a) fornitura dei componenti necessari alla modifica dei processi o alla realizzazione degli impianti o degli involucri edilizi ad alta efficienza; sono comprese le apparecchiature per la riduzione/eliminazione degli impatti ambientali nel rispetto del principio DNSH;


b) installazione e posa in opera degli impianti e dei componenti degli involucri edilizi e dei sistemi di accumulo;


c) opere edili ad esclusivo asservimento di impianti/macchinari oggetto di finanziamento e/o interventi di messa in sicurezza (sismica o ambientale, ad esempio l’eliminazione di sorgenti potenzialmente inquinanti come materiali contenenti amianto, serbatoi di combustibili dismessi, ecc.) degli impianti/edifici oggetto di agevolazione e/o eventuali opere necessarie alla “resa a prova di clima” delle opere finanziate; 


d) sia per impianti, sia per involucri edilizi: spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo (es. Diagnosi energetica, Attestato di Prestazione Energetica dell’edificio, Certificazione degli impianti, ecc..).

 

Agevolazione: L’agevolazione, che può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell’investimento, è costituita da un finanziamento a tasso agevolato (quota pubblica a tasso zero e quota bancaria) e da un contributo a fondo perduto, entro i seguenti massimali:

  • Azione II.2i.2 - EFFICIENTAMENTO ENERGETICO NELLE IMPRESE - Per le micro, piccole e medie imprese sono ammissibili investimenti di importo minimo pari a € 50.000,00 e massimo pari a € 3.000.000,00 IVA esclusa; - Per le grandi imprese sono ammissibili investimenti di importo minimo pari a € 300.000,00 e massimo pari a € 5.000.000,00, IVA esclusa;

  • Azione II.2ii.2 - PROMOZIONE DELL’UTILIZZO DELLE ENERGIE RINNOVABILI NELLE IMPRESE - Per le micro, piccole e medie imprese sono ammissibili investimenti di importo minimo pari a € 80.000 euro ed un massimo pari a € 3.000.000, IVA inclusa. - Per le grandi imprese sono ammissibili investimenti che rivestono carattere di strategicità di importo minimo pari a € 500.000,00 e massimo pari a € 5.000.000,00 IVA inclusa.

Le percentuali di contributo a fondo perduto e a tasso agevolato differiscono a seconda della dimensione d'impresa:

  • MICRO E PICCOLE IMPRESE: - Finanziamento a tasso agevolato pari almeno al 70% dei costi ammissibili; - Contributo a fondo perduto massimo del 30% dei costi ammissibili;

  • MEDIE IMPRESE: - Finanziamento a tasso agevolato pari almeno all’80% dei costi ammissibili; - Contributo a fondo perduto massimo del 20% dei costi ammissibili;

  • GRANDI IMPRESE: - Finanziamento a tasso agevolato pari almeno al 90% dei costi ammissibili - Contributo a fondo perduto massimo del 10% dei costi ammissibili

 

Se interessato scrivi a richieste@contributoutile.it oppure chiama il numero verde gratuito 800.600.878.




 

36 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page