top of page
dan-schiumarini-dcL8ESbsGis-unsplash copy.jpg

Liguria. Filse. Conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare.

Il bando intende sostenere, le micro, le piccole e le medie imprese, che, all’interno di unità operative ubicate nel territorio regionale, realizzino interventi volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare.


Area Geografica: Liguria.


Scadenza: La procedura informatica sarà disponibile nella modalità off-line a far data dal 15/09/2023. I progetti potranno essere presentati dal 25/09/2023 al 24/11/2023.


Dotazione Finanziaria: Il bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari ad euro 2.628.580,53, così suddivisi:

- 1.556.342,16 euro per lo strumento finanziario;

- 1.037.563,02 euro per i contributi a fondo perduto;

- 34.675,35 euro per l'abbattimento dei costi di garanzia.


Beneficiari: I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata. Ogni impresa potrà presentare una sola domanda, o in qualità di impresa singola o associata.


Spese finanziate: Sono ammissibili i seguenti interventi da realizzarsi in ambito industriale, manifatturiero e della bioeconomia, ovvero il recupero e la valorizzazione degli scarti organici dei processi di produzione e/o dei rifiuti in linea con quanto previsto dalla Strategia Europea e dalla Strategia Nazionale sulla Bioeconomia:

a) INTERVENTI SUL CICLO PRODUTTIVO DEI PRODOTTI interno all’impresa proponente attraverso azioni finalizzate a – a titolo indicativo:

- Razionalizzazione nell’uso delle materie prime

- Valorizzazione dei sottoprodotti industriali e la loro re- immissione nella catena del valore

- Miglioramento nell’efficienza della produzione tramite la riduzione del consumo di risorse e degli scarti di lavorazione

- Disassemblamento delle diverse componenti di un prodotto favorendone il recupero, il trattamento e la riciclabilità

- Allungamento della vita del prodotto

b) Gli interventi rientranti al punto a) potranno essere accompagnati dalle seguenti iniziative ammissibili che rivestono carattere preparatorio e/o complementare alle azioni realizzate. Gli interventi di cui al presente punto potranno essere previsti nel limite massimo del 40% dell’investimento complessivo ammissibile:

1. Valutazione di circolarità dell’azienda (diagnosi + azioni di miglioramento, diversificazione aziendale e miglioramento dei processi produttivi aziendali);

2. Life Cycle Analysis;

3. Life Cycle Costing;

4. Informazioni ai consumatori volte a migliorare la conoscenza dei risultati di circolarità effettivamente ottenuti e la performance di circolarità, durabilità e riparabilità dei prodotti (ad es. etichette, passaporto digitale dei prodotti tessili ecc.);

5. Acquisizione di certificazioni di processo e di prodotto in tema di economia circolare.


I progetti:

- Devono concludersi entro il 31.10.2024 termine entro cui deve essere prodotta la rendicontazione delle attività svolte e delle spese sostenute;

- Devono essere realizzati nell'ambito della sede operativa ubicata sul territorio ligure; a tale sede devono afferire tutte le spese richieste ad agevolazione;

- Possono essere già avviati al momento della presentazione della domanda, purché non siano già conclusi.

Sono ammissibili le iniziative avviate a far data dal 1° gennaio 2023.


Le spese dovranno essere strettamente funzionali al perseguimento degli obiettivi del bando e rientranti nelle tipologie di intervento ammissibile che rientrano nelle seguenti voci:

a) opere edili ed impiantistiche, ivi comprese tutte le attività per oneri tecnici dalla progettazione al collaudo (nel limite del 10% dell’investimento complessivo ammissibile);

b) acquisto di macchinari, impianti produttivi ed attrezzature; sono ammissibili i titoli di spesa nei quali l’importo imponibile dei beni per i quali si richiede l’agevolazione sia almeno pari ad euro 500,00;

c) prestazioni consulenziali nella misura non superiore al 40% dell’investimento complessivo ammissibile;

d) acquisto di software, brevetti, licenze, know-how, strettamente inerenti allo scopo, (nel limite del 20% dell’investimento complessivo ammissibile);

e) costi indiretti dell’operazione fino al 7% dei costi diretti ammissibili.


Agevolazione: Contributo a fondo perduto, Finanziamento a tasso agevolato, Garanzia.

L'incentivazione può coprire fino all’80% delle spese ritenute ammissibili, percentuale aumentata al 90% per le imprese che propongono progetti in unità operative localizzate nei comuni non costieri. I progetti devono avere un costo ammissibile compreso tra 25.000 euro e 250.000 euro.


Se interessato scrivi a richieste@contributoutile.it oppure chiama il numero verde gratuito 800.600.878.




22 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page